Chiudo questa prima sezione, dedicata a prendere confidenza con la scrittura grazie alla presenza di modelli forti a cui ancorarsi. Presento alcuni estratti prodotti nel nostro atelier di scrittura, per poi svelare in un secondo momento il testo che ha...

Shonagon è una scrittrice giapponese vissuta nel X secolo, autrice delle Note del guanciale. Protetta dall'imperatrice Sadako, manifestò il suo genio gareggiando in talento, intelligenza, sensibilità e cultura con numerose altre donne di corte argute, belle e sapienti. ...

Durante una delle nostre chattate veloci, per raccogliere in pochi minuti notizie uno dell’altra, la mia collega Lisa Bentini mi ha girato un testo da proporre in classe. È un testo adatto all’avvio dell’atelier, con la sua struttura ricorsiva, le...

Secondo Elisabeth Bing, nell’atelier è importante percorrere cammini ed esperienze svolte da altri, confrontarsi con le scelte linguistiche di un autore per trarne forza e coraggio. Il laboratorio parte sempre da modelli d’autore che orientano lo studente e non lo...

Riguardo alla progettazione del nuovo laboratorio di scrittura, rimando alle osservazioni del post “Atelier, che strana parola” del 15 febbraio scorso. Soprattutto nelle fasi iniziali e per far superare il timore della pagina bianca, mi sono basato di nuovo sul...

Tempo fa, su una rivista o una pagina di blog (non ricordo), ho letto una frase del pedagogista Duccio Demetrio e l’ho appuntata immediatamente sul mioquaderno degli appunti. Citava: “La scrittura autobiografica ci permette di “prenderci cura” di noi nella...

L’atelier di scrittura è immaginato e strutturato con tre dimensioni: quella delle funzioni linguistiche (personale, descrittiva, argomentativa e poetica), quella della progressione (dal semplice al complesso, dal concreto all’astratto, dal vicino al lontano), quella della struttura concettuale (dal reale alla...